Cali di traffico: questioni che dipendono dalla SEO e dalla SEO Copywriting - Effettoundici
+39 338 2498107 info@effettoundici.it

A volte il nostro sito perde traffico, e la cosa peggiore, quando si hanno cali di traffico, è che tutto questo spesso accade manifestandosi “come un qualcosa di inesorabile”: ogni giorno si assiste impassibili ad un calo di traffico costante e vertiginoso. Ok, i motivi possono essere tanti, davvero tanti per cui un sito perde traffico… qui però, sul blog di Effettoundici analizziamo quali sono quelle situazioni in cui un SEO Specialist/SEO Copywriter può fare ancora molto per salvare la baracca!

3 tipologie di cali di traffico

Sono 3 le tipologie di cali di traffico che mettono in condizione chi si occupa di SEO e di SEO Copywriting di dover lavorare sodo per migliorare la situazione.

Deposizionamento di una parola chiave che porta molto traffico

L’immagine qui sotto tratta da un’analisi SEMrush, mette in evendenza che chi si occupa di SEO e SEO Copywriting deve sempre tener presente in maniera assidua il position tracking di tutte le keywords con volume di ricerca rilevante che portano traffico al sigo per il quale si sta lavorando.

Nel caso di specie lo screenshot mostra un mini deposizionamento, dalla pos. 9° alla pos. 11, abbastanza irrilevante appunto perché accade tutto nella tra la prima e la seconda pagina di Google… ma se un giorno vi svegliate dal letto e una kw che era 1° la ritrovate 15°… è una dura botta! Bisogna subito rimediare e i rimedi sono tanti… ne parlo spesso nel Video Corso di ScritturaSEO sulla SEO Copywriting così come in tutte le consulenze SEO di Effettoundici.

SEO

Title poco accattivante

A volte, pur avendo dei posizionamenti SEO di rilievo, il sito non riesce a prendere il volo, anzi peggio, il traffico cala vistosamente. Ma come è possibile?

E’ possibile perchè i title del nostro sito sono fatti male, anzi malissimo. Sono poco accattivanti, poco ammiccanti e quindi, anche se siamo nelle prime posizioni con keywords super importanti, ecco che i nostri potenziali utenti sceglieranno la 1° e la 3° posizione piuttosto che il nostro sito anche se siamo ad esempio in seconda posizione.

Come ce ne accorgiamo? Ce ne accorgiamo eccome se stiamo attenti: come possiamo vedere nell’immagine qui sotto, analizzando la Console Search come vedete, nella prima settimana di Ottobre 2020  le impressions prevaricano sui clic.

Vuol dire che le persone digitano le parole chiave intercettate dal nostro sito e Google restituisce impressions… peccato che però i nostri potenziali utenti “una volta che ci vedono su Google non ci cliccano”… avete capito?

seo

stagionalità della keyword sottovalutata

Parametro che va assolutamente preso in considerazione e che vediamo sempre meno considerato. C’è un motivo però perché non viene considerato. Il motivo è semplice: siamo troppo distratti dalla media del volume di ricerca che ci viene splendidamente restituita da SEMrush e SEOZoom e da altri tools che usiamo tutti i giorni.

Cosa vuol dire? Vuol dire in primis che, prima di dire la tal keyword ha quel volume di ricerca mensile”… è sensato andare a fare una verifica sul Keyword Planner Tool all’interno di AdWords, che è sostanzialmente il dato ufficiale di Google, ma poi, attenzione ad una cosa molto ma molto più importante, da tenere realmente in considerazione c’è un altro parametro ancora: la stagionalità.

Vedete, nell’immagine qui sotto, tratta da SEOZoom: 590 è un volume di ricerca medio mensile ma che oscilla, a seconda del mese di riferimento con minimi di 390 e massimi di 720.

Vi posso assicurare per esperienza, che questo tipo di parola chiave nel picco minimo va anche sotto i 390 di volume medio ricerche mensili. Inoltre, i tools che oggi sul mercato ci offrono le migliori analisi SEO non ci dicono l’oscillazione settimanale di una determinata keyword, cosa che sarebbe assolutamente più appropriata e più precisa.

seo

Questa è una panoramica di quali potrebbero essere alcune concause che fanno calare il traffico sul nostro sito… se volessimo approfondire il tutto ne scopriremmo molte altre. Questa mini guida vuole però fermarsi qui poprio perché vuole mettere l’accento in cui è solo la nostra abilità di SEO e SEO Copywriter che può porre fine ad emoraggie di traffico di questo tipo.