Nomade Digitale: quante volte sentiamo questo termine?
+39 338 2498107 info@effettoundici.it

Nomade Digitale, quante volte sentiamo questa parola? Tante volte. Ma chi sono i Nomadi Digitali? Dove vive e che cosa fa tutto il giorno un Nomade Digitale?

Un Nomade Digitale puoi essere anche tu, non è una particolare tipologia di reincarnazione oppure un soggetto abilitato a fare chissà cosa; si definiscono Nomadi Digitali coloro che vivono grazie ad un lavoro flessibile e che svolgono questo lavoro non soltanto da remoto, bensì girovagando per il mondo.

Vivere come un nomade Digitale: chi sono e cosa fanno

Un Nomade Digitale si alza dal letto, accende il proprio PC ed è già al lavoro. Non importa in che parte del mondo si trova, il Nomade Digitale il suo lavoro lo può svolgere tale e quale da qualunque parte del mondo. Ma di cosa si occupa un nomade digitale e quale può essere il suo identikit?

  • liberi professionisti, di solito si occupano di business online, web marketing, sviluppo web ecc;
  • imprenditori che hanno attività che si svolgono totalmente da remoto, sono soprattutto servizi che possono essere fruiti via internet;
  • remote workers a contratto, a tempo determinato o a tempo indeterminato, spesso sono sviluppatori web e/o programmatori. Ci sono comunque folte schiere di grafici e web designer!

Pro e Contro di una vita da Nomade Digitale

Come in tutte le cose della vita ci sono dei pro e dei contro, vediamo insieme quali sono a nostro avviso questi pro e questi contro.

I Pro della vita di un nomade Digitale

  • I pro sono che si è liberi, liberi di lavorare da dove si vuole e se non si ha voglia quel giorno si può tranquillamente fare una piccola pausa;
  • che si lavora con maggiore flessibilità e in “teoria” con maggior tempo per se stessi;
  • che si può vedere e conoscere il mondo, in lungo e in largo.

I Contro della vita di un nomade Digitale

  • sensazione di smarrimento quando si torna a casa da un “lungo viaggio”, non solo, senso di alienazione del “troppo cambiar meta”;
  • difficoltà in certi paesi (vedi l’Italia) fondamentalmente di essere compresi nelle proprie scelte;
  • a volte il lavoro da remoto non paga quando dovrebbe. Nel senso, per essere dei remote workers in Italia il più delle volte bisogna diventare freelance e non solo non è un modo di vivere che va bene per tutti, ma è un “modo di vivere” che richiede una certa perseveranza e una certa resilienza, doti personali che non tutti hanno nel proprio background.

Quali sono i posti dove si radunano e sono soliti trovarsi i Nomadi Digitali?

I Nomadi Digitali bazzicano coworking e ovviamente coliving. Le mete più battute sono ovviamente il Sud Est Asiatico per il fatto che il costo della vita è molto ridotto e la qualità della vita (a quanto pare) è davvero alta. Concludiamo la nostra disamina sui Nomadi Digitali con uno spunto particolarmente interessante a nostro avviso…

Non un Nomade Digitale qualunque…  intervista ad Andrea Di Rocco founder di SOS WP.