Lavorare da casa: i consigli per farlo al meglio
+39 338 2498107 info@effettoundici.it

Cosa vuoi dire lavorare da casa oggi? Se c’è un aspetto che caratterizza il mercato del lavoro degli ultimi anni, questo è probabilmente quello di SmartWorking, che comprende tutte quelle particolarità lavorative che sono rese possibili grazie al progresso della tecnologia: fra queste, una delle principali è sicuramente il lavoro da casa.

La disponibilità di internet e la facilità di accesso agli strumenti più performanti rendono immensamente semplice poter trasformare in ufficio qualsiasi angolo del mondo, dal tavolino del bar al soggiorno di casa. Per quanto il lavoro da casa presenti vantaggi che sono immediatamente riconoscibili e soprattutto allettanti, non bisogna tuttavia sottovalutare i possibili rischi che può comportare: con qualche accortezza, è possibile prevenirli e poter lavorare produttivamente con tutte le comodità di casa propria.

Lavorare da casa: le regole da seguire

La primissima regola da seguire, decidendo di lavorare da casa, è proprio quella di darsi delle regole. Il fatto di non doversi recare sul luogo di lavoro è un’enorme comodità, ma rischia di trasformarsi in un’arma a doppio taglio. È opportuno darsi degli orari e dei ritmi di lavoro il più possibile simili agli orari da ufficio, in maniera tale che una routine costante permetta di acquistare e mantenere con più naturalezza il ritmo lavorativo. Prevedere delle pause caffè, staccare il telefono, evitare distrazioni personali: sono tutte caratteristiche che fanno parte della normale giornata lavorativa.

Trasferirle nel lavoro da casa consente di avere la giusta distribuzione del tempo fra sforzo e relax, anche in un ambiente privo di formalità come casa propria. A questo scopo, uno dei metodi migliori è prendere l’abitudine di organizzare la giornata per obiettivi. Esistono anche alcuni software dedicati al planning, che consentono di darsi delle task da raggiungere nel corso della giornata e che permettono di tenere sempre sotto controllo i progressi fatti e i risultati raggiunti. Lasciare spazio all’improvvisazione, soprattutto in un contesto che dipende molto dalla propria autodisciplina, è particolarmente rischioso.

Un’altra accortezza, che vale per il lavoro da casa così come per il lavoro da ufficio, è l’attenzione da dedicare alla propria salute. Uno dei rischi del lavorare in autonomia è rappresentato dalla sedentarietà: il problema è piuttosto noto, infatti sono molte le guide per piccole pause di ginnastica pensate per chi lavori o comunque si trovi a dover passare molto tempo seduto. L’assenza di formalità ben si presta a concedersi delle pause per qualche esercizio di stretching; tuttavia, la stessa assenza se unita a carenza di una buona autorganizzazione potrebbe causare l’esatto opposto, vale a dire trascorrere troppo tempo di seguito lavorando e perciò trascurando le esigenze del fisico.
LAPTOP_1

Ci sono anche alcune piccole attenzioni che incidono, seppur indirettamente, sul buon esito del lavoro da casa. Per esempio, è un’ottima idea quella di organizzare uno spazio dedicato appositamente a questo. Una scrivania, o anche il tavolo del soggiorno, con un piccolo portapenne, un bloc notes, lo spazio per il notebook: basta molto poco, ma si tratta di accorgimenti che aiuteranno a dare un’apparenza professionale all’angolo della casa dedicato al lavoro.

In questa maniera ci sarà un’area della casa ben distinta da tutto il resto, all’interno della quale potersi calare, anche psicologicamente, in un’atmosfera dedicata al lavoro. Similmente, sarebbe opportuno evitare facili tentazioni come il rimanere in pigiama. Al contrario, adottare l’abitudine di vestirsi come se ci si dovesse recare in ufficio, aiuta a distinguere meglio i momenti in cui si è nella propria casa dai momenti in cui ci sta lavorando, nonostante in entrambi i casi ci si trovi fisicamente nel medesimo luogo. Unitamente al rispetto di una routine scandita da orari precisi, quest’accortezza è una delle migliori garanzie circa il successo del lavoro da casa.

Infine, l’ultimo consiglio che vale la pena seguire è quello di investire sugli strumenti di lavoro. Lavorare in autonomia significa infatti dover contare sugli strumenti che si è autonomamente in grado di procurarsi. Partendo da una buona connessione e da un buon computer, e investendo parimenti sugli ulteriori strumenti eventualmente necessari, si sarà nelle condizioni di fare sempre qualsiasi lavoro nel miglior modo possibile, andando anche in questo caso a incidere sulla sostenibilità del lavorare da casa.