Creare Campagna Linkedin ADS: ecco come fare
+39 338 2498107 info@effettoundici.it

Vuoi imparare a creare una campagna Linkedin ADS? Come ben saprai, Linkedin può essere una risorsa molto interessante per la tua strategia di marketing perché permette di rivolgersi a utenti di alto profilo e a determinate categorie di professionisti.

Vediamo insieme come creare una campagna Linkedin ADS ad hoc per il tuo business o per quello del tuo cliente.

Cos’è Linkedin

Linkedin è un social network che ha come scopo ben preciso quello di mettere in condizione le persone di trovare lavoro. Negli ultimi anni la piattaforma ha saputo evolversi in modo a tratti stupefacente diventando un punto di incontro online tra domanda e offerta per tutto il comparto B2b.

Linkedin si è dunque trasformato in un canale essenziale per tutti coloro che hanno un business in B2b e non solo, una piattaforma capace di diventare un canale di traffico altamente profilato specie in quei settori in cui la conoscenza e il contatto diretto con un decision maker può fare la differenza.

Creare Campagna Linkedin ADS: la scelta del formato AD

Per creare una campagna Linkedin ADS basta utilizzare la piattaforma LinkedIn Ads che permette all’utente di creare due tipologie specifiche di ADS:

  • aggiornamenti sponsorizzati
  • annunci di testo

Prima di spiegarti nello specifico come creare aggiornamenti sponsorizzati e come creare annunci di testo, devi sapere che l’aggiornamento sponsorizzato confluisce nel news feed (ovvero nella colonna principale di Linkedin che riempie quasi tutta la schermata), mentre gli annunci di testo vengono inseriti nella colonna di destra.

Qual è la principale differenza? Nel caso dell’update sponsorizzato, l’utente può arrivare al sito dell’inserzionista in più modi, ovvero:

  • cliccando sul link e sull’immagine del post
  • tramite la pagina LinkedIn dell’azienda
  • seguendo la pagina aziendale per ricevere le notifiche

Se invece si tratta di annunci di testo, si può arrivare al sito soltanto cliccando sulla fotografia e sul link della pubblicità.

Ma vediamo adesso come creare una Campagna Linkedin ADS in entrambi i modi.

Creare aggiornamenti sponsorizzati

Non sai come creare aggiornamenti sponsorizzati con Linkedin ADS? La prima cosa che devi fare è andare su LinkedIn Campaign Manager. Per farlo l’azienda deve già possedere una pagina Linkedin, in caso contrario è necessario crearne una.

Bene, adesso seleziona l’account in questione dalla lista e, per creare la campagna Linkedin ADS, clicca su Crea Campagna > Aggiornamenti Sponsorizzati.

Come vedrai dalla schermata che si apre, devi inserire il nome della campagna e decidere se inserire un nuovo aggiornamento sponsorizzato oppure utilizzarne uno postato in precedenza (in tal caso, sappi che non è possibile modificarlo!). Ora sta a te e alla tua creatività, creare diverse varianti dell’update per capire come ottenere i migliori risultati.

Come ti abbiamo mostrato prima, gli aggiornamenti sponsorizzati vengono visualizzati in una colonna apposita della pagina, dove potrai tenere sotto controllo like, commenti e livello di interazione del post.

Quando sarà attiva la campagna Linkedin ADS? Quando definirai target e budget.

Creare annunci di testo

Se invece hai deciso di creare una campagna Linkedin ADS tramite annunci di testo, devi ritornare su LinkedIn Campaign Manager ma questa volta non serve la pagina aziendale: basta possedere un account personale!

Quindi, seleziona l’account e inizia a inserire il nome della campagna e le varie opzioni di personalizzazione: ad esempio puoi decidere se rimandare alla tua pagina su Linkedin oppure a una URL sul sito, puoi aggiungere le immagini, il titolo da 25 caratteri e la descrizione da 75 caratteri, ecc.

Una volta creato e salvato il primo annuncio di testo, è poi possibile provare fino a 14 varianti per capire quale sia la formula più adatta. Come abbiamo visto prima, la campagna ADS anche in questo caso sarà attiva una volta definiti target e budget.

Creare Campagna Linkedin ADS

Come Creare Campagna Linkedin ADS: target, budget e analisi

Sia che tu abbia deciso di creare una campagna Linkedin ADS tramite update sponsorizzati sia tramite annunci di testo, sappi che le opzioni per la profilazione del target sono le stesse.

È possibile partire dal generico per poi andare via via nello specifico: potrai profilare il target in base al nome dell’azienda, alla professione o al settore in cui intendi operare, per esempio, oppure in base ai gruppi di appartenenza e ancora al percorso educativo.

Alla fine di tutto, poi, puoi decidere se selezionare la voce Espansione Pubblico, una funzione che aumenta la portata della campagna facendola vedere a un pubblico con caratteristiche simili a quelle del target scelto.

Attenzione: le statistiche su clic e visualizzazioni riguardano il pubblico target ma non quello raggiunto con l’opzione Espansione Pubblico.

campagne Linkedin ADS

Scelta del Budget

Dopo aver stabilito il target, è necessario scegliere il budget, decidere come investirlo, ovvero se tramite CPC (costo per clic) o CPM (costo per visualizzazione), e puntare sull’esposizione oppure sui clic. A questo punto potrai impostare la cifra massima per l’offerta e per il budget giornaliero, e la data di inizio della tua campagna Linkedin ADS.

Analisi Campagna Linkedin ADS

Ora che hai capito come creare una Campagna Linkedin ADS, devi iniziare a capire come funziona la parte più interessante del lavoro, ovvero l’analisi.

Per effettuare l’analisi della Campagna Linkedin ADS, vai di nuovo su LinkedIn Campaign Manager e seleziona la campagna di tuo interesse: potrai comparare le prestazioni di aggiornamenti sponsorizzati e annunci di testo e vedere quali sono le opzioni più efficaci, in modo da modificare di conseguenza la tua strategia pubblicitaria.

Linkedin: una grande opportunità

Linkedin è una grande opportunità? Sì in alcuni settori assolutamente sì. Stiamo parlando in principal modo di tutto il comparto industriale che non può prescindere per forza di cose dal B2b e per tutti quei settori in cui avere un contatto con un decision maker della tale azienda è decisivo per portare a casa il contratto.

Linkedin a nostro avviso è ancora un ottimo strumento anche per chi non fa campagne a pagamento, nel senso, a differenza di Facebook su Linkedin si può operare ancora bene in “organico” quindi adoperandosi nel pubblicare post sul proprio profilo personale senza incorrere ad operazioni necessariamente a pagamento… detto ciò Linkedin è in estrema evoluzione e sicuramente ci saranno nuovi altri importanti aggiornamenti in futuro da tenere sotto controllo.

Vedrai che con un po’ di pratica LinkedIn diventerà uno dei tuoi strumenti preferiti per trovare target specifici e utenti di alto profilo!

Hai bisogno di una consulenza? La prima è gratuita!