Differenza fra spesa e investimento: due concetti opposti
+39 338 2498107 info@effettoundici.it

I concetti di spesa e investimento sono due concetti diametralmente opposti per chi fa impresa. La cosa assurda, nonché niente affatto poco comune, è che parecchi imprenditori ne ignorano la distinzione.

Un conto è dunque spendere per un qualcosa che non rende, o meglio per un qualcosa che difficilmente renderà, un conto è investire (ecco che il vocabolo cambia) per un qualcosa che alla peggio non consente in alcun modo di ottenere alcun ricavo.  Sono due cose ben distinte, appunto due concetti opposti a livello finanziario. 

Distinzione fra Spesa e Investimento

Facciamo subito esempi concreti che vi metteranno in condizione di capire la differenza tra spesa e investimento ma prima di tutto facciamo una piccola premessa, nella quale, crediamo che parecchi imprenditori e liberi professionisti si ritroveranno.

Chi lavora in proprio tende a spendere del denaro per la propria attività (e o per diversificare i propri servizi e/o prodotti) per passione, oltre che per una questione puramente di business. Ricordatevi sempre questo concetto.

E’ difficile vedere un imprenditore che anche nel suo tempo libero non sperimenta quella determinata cosa, non compra quel determinato tool, eccetera, è difficile, molto difficile.

Detto ciò, vediamo in cosa consiste spendere e in cosa almeno dovrebbe, consistere il concetto di investire.

Investire e Spendere

Spendere rappresenta una spesa, una spesa “morta”, un costo, un costo talmente fisso da non produrre reddito alcuno attraverso l’incidenza dovuta da quel tipo specifico di esborso. Facciamo un esempio:

Ho una bancarella al mercato, vendo mele e ne ho 20 in esposizione

Se acquisto una nuova tovaglia per esporre meglio la merce sto sostenendo una spesa che non può incidere sulla vendita di nuove mele e e/o in alternativa di nuove pere, o meglio, potrebbe incidere ma senza alcuna incidenza concreta e misurabile in rapporto alla spesa sostenuta.

Stiamo parlando di una SPESA. E’ veramente utile comprare una tovaglia nuova per esporre la propria merce? Ce n’è veramente bisogno? Magari sì, magari no.

Investire, rappresenta invece sempre e comunque un’opportunità concreta di guadagno.

Se ho una bancarella al mercato e ho 20 mele, al di là del sapere a prescindere quanta gente mi comprerà quel giorno le mele, se ne acquisto da un fornitore altre 5 sto facendo un INVESTIMENTO.

Le compro per ottenere profitto, alla peggio, se me le comprano il giorno dopo abbasserò il prezzo perché non sono buone come il giorno prima e vado in pari, ma attenzione,  a differenza della “spesa” posso sempre avere un tornaconto in termini economici in modo diretto, un tornaconto comunque misurabile concretamente. 

Detto questo, non tutti gli investimenti rappresentano un buon investimento.

Quando tanti italiani comprarono all’epoca bot argentini si ritrovarono con meno denaro di quanto avevano in cassa al momento in cui fecero l’investimento, nel senso, l’investimento oltre a potersi disperdere può portare a conseguenze anche più dannose “dell’inutile spesa”.

Rischio dell’investimento

Sì perché dietro al concetto di qualsiasi investimento c’è un margine di rischio, un margine che va considerato in maniera importante: più l’investimento è rischioso in termini di rientro economico e più conviene non farlo (almeno in teoria, poi nella pratica non è proprio così). Anche se, come in tutte le cose della vita, più il rischio è alto e più il guadagno potrebbe essere significativo.

Anche noi nel nostro piccolo, ma del resto come chiunque faccia impresa, abbiamo fatto investimenti che ci sembravano sensati e che invece alla fine si sono dimostrate spese inutili: siti web utilizzati per affiliazione che non hanno mai reso, tool inutili, campagne ADV per sponsorizzare prodotti/servizi in house purtroppo mal congeniate ecc.

In pratica quando un investimento va male, lo tendiamo a considerare una spesa: un “investimento” morto diventa a bilancio una spesa inutile, ed è questo passaggio forse l’unico punto in comune che possono avere i due concetti di spesa e investimento.