Mail B2b? Come ottenere contatti profilati in B2B
+39 338 2498107 info@effettoundici.it

È sempre il solito problema: la lead generation in b2b.

Come posso costruirmi un database di mail B2b profilato e credibile oggi per la mia azienda? Per tutti i marketer digitali l’acquisizione mail in b2b è sempre stato un “incubo”, diciamo un fastidioso grattacapo. Sento colleghi che sperano e ve lo giuro, sperano di non avere clienti in B2b perché altrimenti i CPL delle loro campagne si alzerebbero e quindi…

e quindi? A me invece ha sempre assai divertito lavorare in B2b e ora vediamo alcune cosucce che ti potrebbero interessare 🙂

Mail B2b: tante sono le opportunità oggi

Ci sono comunque tantissime opportunità nel digital per ottenere contratti profilati anche per tutte quelle aziende che vivono immerse fino al collo nel B2b: vediamo tutte le soluzioni possibili.

Negli anni abbiamo usato diverse strategie in agenzia, alcune fallimentari e altre di successo.

Raduniamo qui tutto quanto e capiamo come intervenire quando un cliente ci dice che vende “pompe per pulire ambienti industriali”, “corsi di formazione per imbianchini”, “attrezzature per pizzerie”… insomma robe così 😉

Ci siamo capiti!

Ci sono diversi metodi e mezzi, ma ce ne sono alcuni che dobbiamo sempre tenere presente: SEO/SEM, Skrapp + (Linkedin), Facebook ADS.

SEO/SEM

Ragazzi, chi sul web ha un “bisogno aziendale” se lo cerca proattivamente, fine, così funziona. Per le parole chiave target del vostro business non potete non essere in prima pagina.

No, non potete: la SEO in b2B è decisiva, così come tutto ciò che concerne il content marketing in ottica SEO.

Anche AdWords (SEM) fa il suo e lo fa molto bene: bisogna però stare attenti a non trovarci dinnanzi a settori merceologici dove la competizione, essendo molto aggressiva, rende il costo del clic alto, a tratti insostenibile.

LinkedIn + Skrapp

Non discuto sull’efficacia delle campagne LinkedIn ADS, anche se le trovo eccessivamente care…. su Linkedin ci sono altri metodi che vanno presi in considerazione.

Avete mai sentito parlare di Skrapp? Ok, è un tool che vi aiuta a fare scraping di contatti mail su Linkedin e quindi potete andare certosinamente a crearvi la vostra super lista da caricare un po’ dove volete su MailChimp o Aweber.. ecc.

Skrapp è un tool molto potente che però, come tutte le cose potenti, presenta alcuni limiti. Non è agevolissimo l’utilizzo, inoltre il time consuming della risorsa che se ne occupa è davvero di grande livello.

Fare scraping di mail B2b utilizzando Skrapp, e per la successiva pulizia utilizzando Hunter, comporta un enorme dispendio di tempo, proprio perché si tratta in sostanza di azioni manuali, che si basano proprio sulla precisione e sulla dedizione dello “scraper”.

Più il lavoro è fatto di fino e più vale in questo caso… altrimenti lasciate stare! Non vale la pena.

Facebook ADS

Con Facebook ADS si possono fare tante, tantissime cose. Sì, è vero, Facebook è molto ma molto incentrato su prodotti e servizi B2c ma non è esattamente così.

Se usiamo correttamente Facebook ADS ecco che possiamo andare a colpire in pieno un target che riguarda i decision makers di varie aziende di qualsiasi settore.

Tutto ruota attorno ai pubblici e ai target ai quali andremo ad indirizzare la nostra ADV, il resto sono sciocchezze.

Amministratore delle Pagine

Sì avete capito, è un “colpo da biliardo” questo target, specifico è davvero interessante.

Si basa tutto sull’andare a recuperare gli Amministratori delle Pagine attraverso interessi // comportamenti // di qualsiasi settore merceologico e il gioco è fatto! Di solito chi amministra una pagina, specie per quanto riguarda le PMI local ha una certa voce in capitolo, a volte la pagina Facebook è addirittura gestita direttamente dall’imprenditore.

mailb2b

Caricare Liste Pregresse su BM e creare dei pubblici

Avete in passato “catturato” contatti di clienti o potenziali tali che hanno destato il vostro interesse? Ecco, se sono mail B2b di un certo valore potete utilizzarle ancora caricandole all’interno del vostro Business Manager creando così dei pubblici personalizzati ad hoc che saranno utili per la vostre campagne.

Se sono contatti di decision makers oppure di imprenditori… insomma avete capito 🙂

Miscela di interessi, comportamenti e non solo: titolari di piccole aziende

Eccoci dinnanzi ad una soluzione tipica, adottata un po’ da tutti, spesso e volentieri anche in modo improprio. Facebook offre all’interno dei suoi interessi targetizzati la possibilità di acchiappare i “titolari di piccole aziende” e tutti coloro che per una ragione o per l’altra hanno come interessi le “imprese”. Qui sotto un esempio di miscela tipica quando si effettua una campagna Facebook ADS b2b utilizzando la targetizzazione per interessi.

In realtà se lo vedete bene è un potpourri di tutto, ci sono anche degli interessanti dati sempre in ottica B2b che riguardano la condizione sociale: Imprenditore o Socio Proprietario.

Schermata 2020-04-21 alle 11.31.22

Se sei interessato ad una consulenza per effettuare delle campagne di lead generation in B2b contattaci a   info@effettoundici.it