Non solo balletti: come utilizzare TikTok
+39 338 2498107 info@effettoundici.it

Definito spesso in tono quasi dispregiativo il “social dei balletti”, TikTok sta rapidamente scalando le graduatorie in termini di utenti e ore di utilizzo trasformandosi in una piattaforma molto interessante anche per le aziende e per chi si occupa di marketing più in generale. Dai primi contenuti video molto semplici e prettamente ludici, infatti, il social network cinese si apre sempre di più a pubblicazioni che interessano varie categorie di utenza, ospitando anche influencer ed esperti in diversi ambiti. Come è possibile dunque utilizzarlo nelle proprie strategie di marketing?

social-g827cc725c_640

Come funziona TikTok

TikTok nasce come evoluzione di Musical.ly, un’app in cui era possibile registrare video di karaoke e balletti in maniera molto immediata, creando reti di contatti con cui scambiarsi like e commenti. Un’idea leggera e basata prettamente sul divertimento, che tuttavia nel tempo ha dimostrato ben altre potenzialità, come evidenzia il successo arrivato dopo l’acquisto della piattaforma da parte della società ByteDance, che ha inglobato il servizio nella sua app TikTok.

TikTok ha creato un nuovo modo di comunicare, distante da ciò a cui sono abituati coloro che usano regolarmente Facebook e con qualche punto di contatto con Instagram e i suoi reels, che ha permesso di avvicinare soprattutto gli under 25: l’app cinese, infatti, si basa esclusivamente sulla pubblicazione di video di breve durata caratterizzati da un elevato livello di viralità (che è poi la misura del successo dei profili presenti sulla piattaforma), fornendo strumenti di facile utilizzo per registrare ed editare il tutto.

Su TikTok è ormai possibile trovare di tutto, da coloro che mostrano i diversi momenti della propria vita privata agli opinionisti esperti di sport e altri argomenti, passando per influencer di moda, blogger e persino giornalisti e politici, interessati a comunicare in maniera più innovativa con il proprio pubblico. Ovviamente non potevano poi mancare le aziende, che stanno sperimentando le potenzialità di TikTok come nuovo canale di marketing.

Come sfruttare TikTok per pubblicizzarsi e vendere

Abbiamo visto in questi anni come il marketing online si sia evoluto rapidamente, inglobando attività e strategie anche molto differenti tra loro. Le stesse società divenute esempi di eccellenza digitale, come quelle che si occupano di streaming o gli operatori del settore gaming con le loro piattaforme dedicate a slot luminose e colorate e altri svaghi di stampo tradizionale, hanno saputo sfruttare i vari canali sia online che offline per avvicinare gli utenti ai propri servizi, traendo da ognuno di questi i massimi risultati possibili.

In questa ampia varietà di opzioni si collocano i social network, le reti virtuali che connettono ogni giorno milioni di persone e che, da “piazze” per utenti singoli sono diventate col tempo dei potentissimi canali promozionali e di contatto tra aziende e consumatori. Fare marketing sui social è tutt’altro che facile, anche perché queste piattaforme cambiano di giorno in giorno e ciò che oggi può funzionare potrebbe già domani non essere altrettanto efficace: per questo motivo occorre essere sempre al passo coi tempi e sapere come sfruttare le caratteristiche di ogni app per ottenere i maggiori vantaggi.

Per ciò che riguarda TikTok nello specifico, il primo punto fondamentale è quello di capire come creare contenuti che attirino il pubblico: a differenza di un post su Facebook o su Instagram, infatti, TikTok richiede una maggiore capacità di incuriosire in pochi secondi, con un video ben realizzato e da guardare fino alla fine. Per fare ciò bisogna studiare bene i trend di maggior successo e individuare i loro punti di forza, per poi riportarli al proprio settore specifico, con l’obiettivo di creare un’immagine riconoscibile ed esprimere in maniera forte l’immagine aziendale.

Oltre alla possibilità di pubblicare video propri, TikTok offre però anche altre opportunità in linea con quanto accade anche su altre piattaforme. Pensiamo, per esempio, all’influencer marketing e alla presenza su questa piattaforma di tanti profili seguiti da migliaia di persone pronte ad ascoltare i loro consigli e suggerimenti, oppure alla più classica pubblicità a pagamento, ormai presente su tutti i tipi di social, che se ben pianificata può dare risultati eccellenti.

Insomma, bisogna uscire dall’idea di TikTok come un social per soli ragazzi ed entrare nell’ottica che proprio qui si muovono oggi trend e messaggi virali: perché dunque non provare a sfruttare questo nuovo canale?