Prototipo di Prodotto e di Servizio in modalità Lean
+39 338 2498107 info@effettoundici.it

Durante questa lunga estate martoriata dal Covid 19 mi sono chiesto diverse cose, oltre a quelle più banali, su come cambierà il mondo post Covid 19 (che palle! Non lo so, o meglio non chiedetemelo). Mi sono chiesto con una certa assiduità quale potrebbe essere la differenza tra creare un prototipo di un prodotto piuttosto che un prototipo di un servizio in ottica Lean Start up.

Insomma un’ottima sega mentale da ombrellone e da spiaggia che mi ha accompagnato in questi giorni dove sono giunto ad alcune conclusioni che riuscivo a cogliere mentre guardavo l’orizzonte del mare salutare anche questo strambo e lacerato Agosto 2020… per farla breve, il mio cruccio è questo: è più difficile lanciare un business di prodotto oppure di servizio seguendo il mitico metodo lean e quindi effettuando delle prototipizzazioni?

Prototipo di Prodotto Vs Prototipo di Servizio: Lean Start up e altri spunti

Partiamo da un presupposto: produrre un qualcosa (se siamo una piccola azienda senza troppi fondi) di cui ignoriamo la domanda di mercato, è da pazzi.

Ne conviene che se si producono cose (anche prodotti digitali, per carità… è la stessa roba anche se costano meno!) e ignoriamo completamente la domanda di quel mercato e scopriamo solo una volta prodotto quel determinato bene che non c’è traccia di alcuna domanda… sì siamo dei cretini oltre che degli incoscienti e degli sprovveduti!

La verità è che nel mondo del business si fa presto a diventare degli emeriti “cretini”… del resto l’aggettivo contrario è essere dei veggenti. Conoscete molti veggenti? Io quasi nessuno.

La verità però è che come in tutte le cose della vita c’è una sedia, una postazione, un qualcosa su cui adagiarsi, mettiamola così… che si chiama “mezzo”: la verità sta nel mezzo e il metodo Lean Start Up tanto decantato dal libro Partire Leggeri di Eric Ries non fa altro che offrire soluzioni di prototipizzazione sia di servizio che di prodotto o di tutte e due seguendo spunti di vario tipo che risultano spesso e volentieri più che accomodanti in svariate situazioni.

Facciamo ordine, non è facile manco prototipizzare un servizio per carità, ma sul prodotto, ogni scommessa, soprattutto in mercati nuovi, può risultare fatale in termini di investimento.

Si può perdere tutto facilmente se non si ha una domanda sufficiente a far tornare l’investimento di produzione e marketing quando si lancia un prodotto anche seguendo il metodo Lean Start up; anzi, io credo che in molti casi questa sia una condizione imprenditoriale pressoché inevitabile, sì, quella di “rischiare” di perdere tutto a prescindere da come viene lanciato un prodotto sul mercato.

Quando, nel lancio di un prodotto, può non avere senso utilizzare il Metodo Lean Start Up:

  • il prodotto viene lanciato in un mercato troppo competitivo;
  • per battere la competizione l’investimento di marketing e comunicazione deve superare (per raggiungere una quota di mercato sufficiente) quello del prodotto in sé.

Nel senso, in questi casi io credo (a differenza della prototipizzazione di un servizio) “che non c’è modalità Lean che tenga”, qui se si sbaglia investimento si rischia di deragliare del tutto e probabilmente non ha alcun senso utilizzare il metodo Lean Start Up.

Quando il prototipo di prodotto ha senso invece di essere lanciato in modalità Lean (senza ombra di dubbio)?

A mio modo di vedere le cose il metodo Lean per il lancio di un prodotto sotto forma di prototipo funziona INDISCUTIBILMENTE in 2 ambiti soltanto:

  • 1) mercato nuovo, nicchia appena presidiata dove qualsiasi tipologia di prodotto, anche un prototipo può fungere da test sufficiente per testare la domanda di mercato (acerba appunto in quel mercato, anche se comunque esistente) e anzi meglio ancora, per alimentarla sempre di più;
  • 2) mercato già enormemente presidiato ma che viene affrontato dal prototipo tramite un elemento totalmente differenziante.

Questi due ambiti sono fedeli all’idea di prototipo appunto perché possono trovare un certo tipo di consenso da parte di un consumatore che:

  • non ha alcuna altra alternativa se non scegliere e dunque testare il nostro prototipo 1);
  • che l’elemento talmente tanto differenziante espresso dal prodotto sia davvero un qualcosa capace di capovolgere completamente  il mercato, in maniera netta e tale, da essere l’unica soluzione possibile se si vuol fare quella scelta anche all’interno di un mercato maturo e magari anche stracolmo di competizione 2).

Prodotto + Servizio e Metodo Lean?

La mia dissertazione non può terminare qui ovviamente, anzi, andrebbero analizzati i business dove si erogano prodotti sono forma di servizio, oppure quei business dove di fatto si vende sia un servizio che un prodotto ma ci vorrebbero molte pagine di un libro anziché un semplice articolo di un blog.

Detto questo il Metodo Lean Start Up ha infinite sfaccettature e sfumature che sarebbe bene analizzare ancora più attentamente prima di tirare conclusioni affrettate, di sicuro questo dibattito sul lancio di un prodotto in modalità Lean è assolutamente moderno.

In tempi di Covid 19 molti servizi grazie al digitale diverranno prodotti e tanti saranno i prototipi di prodotto che vedremo balzare all’interno delle nostre sponsorizzate su Facebook e Instagram… siamo di fronte ad un anno difficile ma assolutamente ricco di nuovi spunti e cambiamenti e di conseguenza di nuove possibili riflessioni sulla vendita di prodotti e servizi.