Campagne Facebook B2b: 10.000€ in 1 mese spendendo 589€
+39 338 2498107 info@effettoundici.it

Oggi vi raccontiamo una delle case histories più belle di Effettoudici. Da qualche tempo seguiamo un’azienda che si occupa di consulenze controllo di gestione nonché consulenze legali e fiscali. Un settore complesso in questo momento storico che vede il paese italiano rabbirivideie dinnanzi all’ondata di una nuova crisi del comparto industriale e non solo.

Non faccio nomi, ma l’azienda in questione aiuta piccoli imprenditori non solo ad uscire dall’impasse di questa situazione straordinariamente “tragica” a causa dell’emergenza Covid-19, bensì ne delinea strategie di controllo di gestione in grado di ridurre gli sprechi, aumentando la profittabilità in relazione al conto economico e al bilancio. Non solo: quest’azienda è anche in grado di fornire tutta una serie di meccanismi giuridico-fiscali utili a migliorare le performance lato business.

“Clientino” ostico vero?

Sì ma divertente, e noi accettiamo le sfide che ci esaltano e che maggiormente ci divertono!

Risultati ottenuti mese di Aprile.

Parliamo di Aprile 2020, un “mese falcidiato” dal Covid-19.

Sono stati spesi 589,00€ di Campagna Lead ADS, realizzati 103 Lead e di questi

  • 11 appuntamenti 
  • 1 vendita dal valore di 10.000€

facebook ADS

Le difficoltà che abbiamo superato

Le difficoltà erano tante ma siamo riusciti a superarle tutte o quasi!

In primis il Cliente, purtroppo, aveva un sito web con delle landing page non molto efficaci: si trattava di una struttura realizzata con Joomla. Un sito lento e difficilmente aggiornabile con le nuove integrazioni lato landing page, ad esempio fornite dal mondo WP, vedi Unbounce.

Il Cliente inoltre, non aveva un funnell automatico che gestiva almeno i primi step della conservazione del dato e del conseguente nurturing: mancava un autorespinder e tutta una serie di accortezze che in realtà ricalcavano ancora una volta come una certa gestione del dato all’interno di quel preciso contesto fosse carente.

Ma soprattutto c’era un problema più grande: bisognava fare lead e anche in fretta! In modo da tamponare un’emorragia di spese in ADV che iniziava a farsi sentire dopo 4 mesi di scarsi, anzi scarsissimi risultati.

Iniezione Turbo Effettoundici = Lead ADS + Zapier

Quando ci troviamo in situazioni simili partiamo subito con le Lead ADS. Molti miei colleghi non sono d’accordo proprio perché la Landing Classica, se ben stimolata da apposita campagna Conversione su FB ADS, sa dare ottime soddisfazioni, e nessuno nasconde che è in assoluto il metodo migliore… ma attenzione:

  • se ci troviamo con un sito che non funziona bene
  • con un prodotto/servizio che conosciamo poco (con difficoltà dunque a realizzare i testi della landing)
  • e peggio ancora, la fretta….

Ecco che il seppur laborioso meccanismo della Campagna “Generazione Contatti” Integrata con Zapier (strumento in grado di inviare i lead raccolti dai moduli FB in automatico su MailChimp o comunque verso qualsiasi altro tool) diventa più semplice che gestire il fattore “landing page con Campagna Conversione”.

Nel caso specifico non conoscevamo il Cliente (siamo stati chiamati d’urgenza e con una certa fretta.. mettiamola così) e in questi casi dannarsi su una landing non lo vogliamo fare proprio perché, prima di fare una landing page, dobbiamo avere il tempo di:

  • studiare il mercato di riferimento alla PERFEZIONE
  • capire realmente il vantaggio e il beneficio che i servizi/prodotti del Cliente possono dare alla comunità

Se non si hanno ben salde in testa queste due cognizioni appena citate, fare un landing page per un Cliente che conoscete poco può essere addirittura controproducente!

Decidiamo dunque di “andare” di Lead ADS e scaldiamo i motori dell’account ADV del nostro Cliente!

facebook-marketing-b2b

La verità di Facebook per quanto riguarda il B2b: la forza di una tattica ormai collaudata e la forza delle creatività delle ADS

Quando ci ritroviamo di fronte a sfide B2b di un certo tipo, ecco che non ci pensiamo un attimo a livello di target su Facebook ADS. Su Facebook, lo ripetiamo sempre, le possibilità per fare un risultato in B2b per quanto riguarda i target da scegliere per le nostre campagne sono:

  • target Amministratori Pagine FB, estrapolato dunque da comportamenti
  • targetizzazione per interessi — > Imprese + Dati Demografici —- > Titolari Piccole e Media Imprese
  • Carichiamo il File degli utenti/clienti pregressi dentro la creazione “pubblici personalizzati” nella sezione Elenco Liste (lo si può fare solo se si uitilizza un Business Manager)
  • Pubblico Personalizzato Ricavato dai pregressi visitatori del sito (pagine sensibili)*

4 Target, per 50€ al giorno, 1 Campagna Lead ADS divisa dunque in 4 Gruppi

…con in parallelo una Campagna PPC in grado di rimpolpare le pagine del sito dalle quali abbiamo ricavato il Pubblico Personalizzato* al 4° punto dei target appena menzionato qui sopra!

Approfondimento: Facebook Campagne B2b

ed ecco che possiamo accendere adesso in maniera definitiva!

Alt, ancora una cosa prima di far rombare i nostri motori: creiamo una miscela esplosiva di creatività. Fidatevi, è troppo ma davvero ancora troppo sottovalutato l’aspetto “creativo” nelle ADS di Facebook.

Non è questione qui di parlare di “angles” o di quant’altro… è questione che bisogna farsi il “mazzo” e concepire uno schema “creativo” da seguire con costanza e generato in questo modo:

T1 + I1 = testo breve

T1 + I2 o Video

T2 + I1 = testo medio

T2 + I2 o Video

T3 + I1 = testo lungo

T3 + I2 o Video

Non solo, dobbiamo impostare le creatività appena citate per tutti i Gruppi, ebbene sì, facciamo proprio così. In modo da fare un mash up iper esplosivo che ci consente di testare cosa funziona meglio e cosa proprio non va.

GRUPPO 1, GRUPPO 2, GRUPPO 3, GRUPPO 4 sotto un’unica campagna e sotto ogni gruppo tutte le “ADS” come sopra menzionato.

Infine, quando una creatività non va bene, come un rullo compressore, la sostituiamo con un altra, così per 30 giorni!

Perché il Cliente ha avuto successo: un’organizzazione e una metodica nella gestione dei lead che non tutti hanno

Il risultato è stato straordinario, spesi 589€ = 103 lead CPL  5,72€

e 1 vendita che ha generato 10.000€ di Consulenza! 

Stare qui a calcolare il ROI di questa campagna adesso non ha molto senso, perché come potete vedere è un risultato davvero importante.

Dei 103 leads inoltre va detto che 11 sono stati appuntamenti presi, pertanto 11 dei 103 lead sono diventati prospect, 1 di questi è diventato Cliente.

Conclusioni e Riflessioni

Ok, sì, è un settore complesso quello delle consulenze controllo gestione e ci sono voluti un centinaio di lead per poter poi arrivare all’appuntamento che ha dato “l’assist giusto al commerciale dell’azienda” che ha saputo chiudere il contratto. Ma è anche vero che l’azienda in questione, anche se “poco digitalizzata”, dalla sua poteva contare su un Customer Care e un Telemarketing vecchia scuola assai organizzato ed estremamente competente e questo fa eccome la differenza.

Se non sapete poi parlare al telefono con i vostri lead difficilmente gli venderete qualcosa.

Nel senso, è oggi sul serio inutile, e lo dico da anni ormai – ho pure realizzato un video che vedete qui sotto –  insistere sulla lead generation se non si ha piena consapevolezza di cosa si sta facendo e peggio ancora non si ha una struttura di livello per gestire i dati dei vostri potenziali clienti.

Pensateci bene, sprechereste tempo e denaro in Campagne inutili.

Se hai bisogno di una consulenza in ambito Facebook ADS puoi scriverci a  info@effettoundici.it e saremo da te in meno di 24 ore! Non perdere altro tempo.

Non vediamo l’ora di divertici anche con le tue campagne 🙂