LCB: Low Content Book la guida definitiva
+39 338 2498107 info@effettoundici.it

Avete mai sentito parlare di libri “zero”contenuto? Stiamo parlando di Low Content Books, un fenomeno che negli Stati Uniti è una realtà di un certo tipo, un metodo per fare business estremamente efficace e profittevole che vale la pena analizzare.

In Italia non è molto diffuso, e tutto ciò ci ha fatto davvero drizzare le antenne! Noi conoscevamo questo business da tempo e la mancanza di formatori, guru, e divulgatori su LCB ci ha talmente “insospettito” che non potevamo che non fare una maxi guida su cos’è LCB, come funziona, e soprattutto quali vantaggi ha in rapporto al suo cugino più grande, KDP, ovvero Kindle Publishing on Amazon.

Procediamo!

LCB: cos’è

LCB è l’acronimo di Low Content Book, ovverosia si tratta di quel segmento del selfpublishing che tratta tutti quei libri senza contenuto.

Libri senza contenuto? Sì, un po’ assurdo ma hai capito bene, libri low content, con contenuto pari a 0 oppure minimo. Chi si occupa di LCB definisce law content book quei libri (e diciamo un intero libro eh! 😉 che può essere da un minimo di 5 ad un massimo di 5.000 parole!

Dove troviamo su Amazon i Low Content Books? Li troviamo all’interno della categoria “Books” e sono gestibili dalla medesima dashboard che utilizziamo per KDP.

Ricordatevi sempre che quando andiamo a caricare dei Low Content su Amazon stiamo sempre lavorando su Paperback, e questo è molto interessante dal punto di vista “pricing”… 😉

low content book

Tipologie di Low Content Book

Le tipologie di Low Content Book presenti su Amazon sono davvero infinite, così come tutto ciò che possiamo produrre:

  • quaderni, smemorande e tutta una serie di libricini per prendere appunti
  • libri di preghiere (sì avete capito bene in America sono vendutissimi!)
  • libri da colorare per bambini
  • cruciverba, parole crociate e matching word. In sostanza tutto ciò che è “gioco” è Low Content, dunque è plasmabile all’interno di un piccolo libro.

E ce ne sono molte altre, ma davvero tante altre tipologie di Low Content Book che si possono produrre davvero facilmente!

Come funziona, è difficile produrli, e soprattutto quanto costa farlo?

Ed ecco che arriviamo ad uno dei concetti più interessanti e a nostro avviso il più importante per quanto riguarda questo tipo di business: la situazione rispetto a KDP è totalmente diversa per quanto riguarda la produzione del “manoscritto”!

Produrre questi libricini zero contenuto è facilissimo e soprattutto per nulla oneroso (si possono spendere all’incirca in media 100€ a libro!). LCB è un business che oltre ad essere molto scalabile non ha un target cost partcolarmente alto e dunque permette guadagni davvero importanti se si trova la “giusta keyword” alla quale puntare.

E’ vero nemmeno KDP ha questi grandi costi alla fine – se si hanno scrittori di fiducia – ma c’è un grosso problema su KDP che su LCB non troverete.

Stiamo parlando dei tempi di produzione. Su LCB se sei bravo… hai capito, puoi fare tutto da solo e quindi stop a perdite di tempo inesorabili e non solo, ecco cosa vi eviterete se seguite il filone LCB:

  • stop a problemi con le compagnie di scrittura non molto affidabili come tempi di consegna e quant’altro (problema su KDP pesantissimo questo)
  • stop a problematiche infinite con i freelance su Fiverr o Upwork spesso e volentieri inaffidabili dal punto di vista dell’originalità del copyright quando vi consegnano un libro (su KDP la spuntate solo se avete trovato uno scrittore di fiducia come dicevamo prima!)
  • stop ad una spesa su KDP che si aggira tra i 500€ e i 1000€ a libro alla fine, tra: editing del libro, copertina e VA.

Come produrre dei fantastici libricini low content?

Semplicissimo, possiamo fare tutto tramite Google Drive e Canva.com. Tagliamo i fogli della parte interna con le misure di pubblicazione che ci interessano e procediamo.

Vi invito a dare un’occhiata ai corsi di Rub Cubbon che è uno dei grandi guru anglofoni per quanto riguarda LCB che spiega su Youtube come produrre un Low Content senza troppi fronzoli o perdite di tempo!

Stesso discorso vale per le copertine… anche qui Rob Cubbon è un mostro e ha realizzato parecchi tutorial, li trovate tutti su Youtube.  Detto ciò per le copertine noi ad esempio ci affidiamo sempre e comunque a freelance su UpWork e Fiverr. Considerate che anche qui su LCB un’ottima copertina può fare la differenza!

Marketing su LCB. Una volta prodotti i nostri libricini dove li pubblichiamo su Amazon, a quali parole chiave puntiamo e come le troviamo le parole che ci fanno spaccare con LCB?

Come avete già potuto intuire pubblicheremo nella categoria “Books” e all’interno del dashboard KDP selezioneremo le categorie proprio esattamente come facciamo con KDP ed è come vediamo nell’immagine qui sotto, semplicissimo, e niente di così strano e particolare, stesso discorso vale per l’impostazione del titolo e delle parole chiave supplementari alla principale.

lcb

La parola chiave vincente con LCB, come trovarla

Come trovare la parola chiave vincente su KDP è metà del business, stesso discorso vale per LCB, solo che qui c’è un problema in più rispetto a KDP: ok produrre questi libricini senza contenuto è praticamente gratis come avete capito ma trovare la keyword che spacca è difficile non tanto per la profittabilità della keyword in sé e per é bensì per il fatto che tanti, e dico tanti, parliamo di migliaia di persone già ci si sono lanciate in quella determinata nicchia (parliamo di tantissimi selfpublishers che fanno LCB negli Stati Uniti)!

Trovare una keyword profittevole come avete ben potuto comprendere è più difficile che nel classico sistema kindle/payperback, per una questione di concorrenza, non per altro.

low content book

lcb

Quali i tools utili per trovare la giusta kw con LCB?

Prima di lanciarvi nella ricerca forsennata di una kw profittevole su Low Content Book è bene sottolineare che per ovvie ragioni si tratta il più delle volte di parole chiave dal suffisso come lo chiamiamo noi “da cartolibreria/cartaceo” per l’appunto.

E’ facile pertanto intuire che tutte le parole chiave profittevoli in ambito Low Content abbiano questi e altri suffissi: journal, notebook, playbook, quotable, ecc.

Detto, ciò ecco come andarle a beccare queste keyword che ci fanno svoltare il business!

Possiamo utilizzare due strumenti per capire dove infilarci, quale nicchia aggredire e dunque quale tipologia di low content piubblicare:

  • KDSpy, ottimo per KDPSpy, è discretamente adattabile e veritiero anche per i payperback in stile Low Content (è un tool a pagamento che trovare nel sito ufficiale di KDPSpy.
  • DS Amazon Quick View,   è il meglio del meglio, perché valuta solo ed esclusivamente i low content… e come dovete sempre fare, mettete in incognito la vostra navigazione e vedete quali sono i libri meglio posizioanti, DS vi farà notare il BSR appena sotto il libro come vedete dall’immagine qui sotto. E’ free ed un’estensione di Chrome, scaricatela qui!

lcb

Anche qui come in KDP classico vale la regola del BSR basso, pertanto quando troviamo un BSR basso vuol dire che siamo di fronte a nicchie profittevoli… e quali sono queste nicchie?

Ehhh splendida domanda! 🙂 

Se volete avere qualche dritta su questo business e richiederci formazione oppure consulenza scriveteci a  info@effettoundici.it e a breve saremo da voi!

Detto ciò, si ci sono nicchie pazzesche e alcune ve le diciamo senza problemi: libri per bambini, (tutti i tipi), giochi di vario tipo, (per intenderci bingo cards) e tantissimo altro ancora!

LCB in Italia

KDP ormai, con l’espolosione anche in Italia di questo fenomeno non solo rischia di saturare la domanda su Amazon (difficile peraltro da saturare eh siamo chiarI!) ma è diventato stracolmo di guru di vario genere, veri, sinceri, realmente bravi, scarsi, fasulli e tanta, forse troppa confusione orggi.. e su LCB?

Su LCB il nulla, solo il buon Alessandro Zamboni nelle sue ormai peripezie orientate al mercato americano ha prodotto un interessante corso che si chiama Journal Empire, ecco il link (non ci guadagniamo niente qui eh!) Lo mettiamo appunto perché vogliamo che la gente si renda davvero conto che l’opportunità Low Content Book è davvero un qualcosa di grande e che va valutato con attenzione!

E poi comunque, c’è Effettoundici. Sì stiamo preparando un gruppo interessato alla formazione su Low Content Books, un’alternativa davvero convincente a Amazon KDP, scrivici una mail, e in un attimo saremo da te restando sempre aggiornati sulle novità del corso che stiamo preparando!

Ti aspettiamo! Scrivici a   info@effettoundici.it