I principi cardine della SEO Tecnica - Effettoundici 1
+39 338 2498107 info@effettoundici.it

Ok, Content is The king… lo si sente spesso, nulla da obiettare sul punto. Ci siamo però chiesti quali sono i principi basilari della SEO così detta “Tecnica”, quella SEO che vive di direttive e segnali  che rendono performante la struttura di un progetto web tanto da consentire ai nostri contenuti di svettare in alto sulle SERP.  Li vediamo insieme i principi cardine della SEO tecnica e cerchiamo di capire alcune cose in più sulla così detta “SEO Tecnica”, quella che “non vive di contenuti”.

Un sito oltre ad avere degli ottimi contenuti e degli splendidi link in entrata (vi piacerebbe eh!) deve essere tecnicamente e strutturalmente in un certo modo per piacere a Google, attenzione ad una piccola sfumatura concettuale: “piacere a Google” si intende non rendere difficoltosa la navigabilità sul sito lato utente.

Fattori SEO Tecnica determinanti per un buon posizionamento organico

Un sito web/progetto web deve essere:

  • Indicizzabile e disponibile al motore di ricerca così come facilmente scansionabile. Qui dietro c’è un discorso che tocca tutti gli elementi che ruotano attorno al funzionamento di Google (nel senso, anche un SEO Copywriter deve conoscere questo meccanismo di funzionamento) e che sono importanti da conoscere proprio perché ci mettono in condizione di lavorare correttamente sulla Sitemap, file decisivo per un posizionamento SEO corretto.
  • Deve essere unico e distinguibile. Qui nulla da eccepire, dall’originalità del contenuto al rel canonical, chi copia nel mondo della SEO è morto in partenza.
  • Coerente con la lingua in relazione al mercato nel quale intende operare. Oggi non è possibile non conoscere le sfumature del segnale hreflang è imprescindibile per comprendere e far comprendere ai motori di ricerca qual è il target di utenti al quale indirizziamo i nostri contenuti.
  • Navigabile, agli occhi degli utenti e agli occhi di Google. Parliamo di robots.txt, come impostarlo, in pratica come agire a livello di disallow ed eventualmente di no-index.
  • Deve avere una struttura delle pagine corretta dal punto di vista della distribuzione dei tag html, qui c’è un mondo, sì esatto dietro la disposizione dei tag HTML di una pagina ci sono dei punti cardine del posizionamento SEO di ogni singola pagina.
  • Leggero da caricare, ovviamente un sito lento è una della cose più odiose che ci possano essere 🙂 Ci aiuta il Page Speed di Google e da qui capiamo subito come impostare il tutto, proprio perché è lo stesso tool di Google che ci fornisce dei suggerimenti per migliorare la velocità di caricamento del nostro sito.
  • Sicuro, qui si parla di certificato SSL e di tutte le questioni annesse alla sicurezza di un sito web.

Come vedete sono tutti fattori che nel “bene e nel male” incidono in maniera pratica sulla navigabilità lato utente. Navighereste in serenità attraverso le pagine di un sito insicuro? Navighereste in comodità tra le migliaia di pagine lentisssime di un sito web? No di certo.

SEO Copywriting vs SEO Tecnica

Stanno diventando due mondi contrapposti? In parte sì in parte no… l’unica cosa che possiamo dire è che rappresentano due concezioni diverse di vedere la SEO. Non solo, possiamo anche aggiungere che chi si occupa di SEO non deve più avere delle precise competenze tecniche nella creazione di file come ad esempio il fatidico  .htaccess, è oggi infatti compito dei developer seguire se mai le direttive dei SEO Specialist che devono dal canto loro ovviamente conoscere le procedure e le concause di tutti gli elementi strutturali che compongono un sito internet

Dai un’occhiata al Corso SEO Tecnica di Effettoundici e richiedi maggiori informazioni!

 

1